Riflessologia plantare è una tecnica antica che tratta gli organi di riflesso
53502
post-template-default,single,single-post,postid-53502,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,wpb-js-composer js-comp-ver-6.2.0,vc_responsive

Riflessologia plantare

riflessologia plantare Mia estetica Roma zona Policlinico

La riflessologia plantare è una tecnica molto antica.

Mira a distendere e rilassare fino al completo ristabilimento degli equilibri perduti. Si tratta di un massaggio zonale (piede) che di riflesso va a trattare tutti gli organi interni.

I piedi sono una struttura delicata, preziosa, fondamentale per una buona qualità della vita, che viene sottoposta a inevitabile sovraccarico quotidiano. Meritano quindi di essere oggetto di attenzione e di venir trattati con cura.

L’esistenza di reazioni riflesse a un contatto è non solo oggetto di segnalazioni attendibili da parte di medici, ma esperienza banale molto comune.

Un bel bagno caldo, un buon massaggio ai piedi sono sempre seguiti da una sensazione molto piacevole e rilassante.

La riflessologia plantare tende al miglioramento in tre ambiti principali:

  • congestione
  • infiammazione
  • tensione

L’obiettivo è quello di eliminare gradualmente, durante le sedute, queste condizioni spesso interconnesse, riuscendo a ripristinare l’equilibrio del corpo tramite il rilascio di endorfine.

Le endorfine hanno un’azione calmante e antisettica verso il dolore provocando così la sensazione di benessere.

La riflessologia plantare è indicata per i dolori più comuni: dal mal di schiena, al mal di testa.

La riflessologia plantare ha una storia molto antica.

 

I primi trattamenti realizzati massaggiando i piedi sono stati applicati in Cina ed India nel 5000 a.C., dove si usavano terapie mediche utilizzanti la pressione delle dita per influenzare i campi energetici dell’organismo:

  • agopuntura
  • acupressione
  • digitopressione
  • shiatsu

In particolare la medicina Ayurvedica, una delle più antiche tradizioni mediche del mondo, usa la riflessologia tra le sue tecniche di intervento.

Le tecniche riflessologiche si distinguono in due grandi filoni: quello orientale e quello occidentale.

Nonostante il principio sia il medesimo, ossia che stimolando delle zone riflesse si abbiano effetti su zone lontane dal sito di applicazione del massaggio, nascono e si sviluppano con presupposti differenti.

La Riflessologia Cinese si basa sui principi della medicina tradizionale cinese, mentre la Riflessologia Occidentale attinge ai principi scientifici sulla quale si basa la medicina convenzionale occidentale.

Fondamento teorico della riflessologia plantare è che i piedi sono lo specchio del corpo: anche la forma rifletterà la vostra corporatura, che siano lunghi e magri o corti e tozzi.

Per saperne di più

50 minuti

45 euro